Sharing Plug

Chi:

Dave Hakkens è un designer olandese laureato presso la Design Academy di Eindhoven le cui idee di prodotto si discostano sia dal classico prodotto industriale che dal prodotto “ecosostenibile” o cheap in quanto perde quella unicità che lo contraddistingue.

Dove & Quando: Eindhoven 2012

Cosa:

E’ capitato a tutti di trovarsi nella situazione in cui tutte le prese elettriche sono piene, nessuna ha una multipla o una ciabatta e si è costretti a smettere di lavorare o aspettare la carica altrui…oppure andando a letto aver bisogno di caricare il cellulare e per fare questo rinunciare alla lampada da comodino…bene Sharing Plug è spina elettrica che elimina questo problema. Infatti il retro della presa invece che essere piatto e inutile come tutte le classiche spine, ha un altra presa che permette ad un’altra persona di usufruire anch’egli della corrente elettrica.

Perché:

“I wanted to make a technical product by hand, but still produceable for the industry. I did this combining old techniques and crafts with new technologies such special software and 3D scanning.”

D. Hakkens

La parte interessante del progetto non è soltanto nella funzione del prodotto ma anche e sopratutto nel processo creativo. Infatti l’obiettivo non era solo quello di progettare un nuovo oggetto, ma anche di progettarlo in modo artigianale e allo stesso tempo sfruttando la potenza delle nuove tecnologie. Il primo step è stato quello di creare un modello fisico dell’oggetto in un secondo momento è stata fatta una scansione 3D del modello perfezionandolo fino ad avere i disegni tecnici esecutivi per poi produrli a mano.  La presa è fatta in gomma che la rende morbida al tatto, flessibile e permette di inserirvi cavi dal diametro diverso (3-8 mm). Sullo stesso modello Dave ha anche progettato e prodotto tutto il resto della famiglia ovvero la presa e la spina classica. Il progetto ci è parso interessante  per il modo in cui è stato portato avanti il processo creativo ma sopratutto per il modo in cui il designer ha saputo combinare nuove tecnologie e lavoro manuale dando vita ad un prodotto tanto innovativo quanto classico.

Markus Kayser_ Solar Sinter

DOVE: Londra

 

QUANDO: 2011

 

COSA: Uno studente della Royal college of art di Londra ha presentato alla ultima DDW dei progetti realizzati con 2 sue invenzioni, delle macchine a energia solare: una per il taglio SUNCUT, simile al taglio laser; e una per la prototipazione 3d SOLAR SINTER che fondendo la sabbia la trasforma in vetro. Le macchine constano di una parte hardware\software che controlla i movimenti delle lenti e da una struttura che sostiene i pannelli solari e il piano di lavoro.

http://www.markuskayser.com/

 

CONSIDERAZIONI: Un sistema produttivo sostenibile, praticabile nei pressi dell’equatore. Gli oggetti si caricano di poesia.