Posts Tagged ‘Educazione’

Dati, tabelle e trend

martedì, aprile 6th, 2010

Si chiama OEDC ed è un utilissimo sito dove potete trovare informazioni relative  a tutta una serie di categorie in linea con i nostri gruppi di lavoro.

Ci sono molte tabelle che riguardano le tendenze dei vari settori e alcuni grafici interessanti, oltre che una piccola introduzione alle varie categorie (elencate nella foto qui sopra).

Non tutti i dati sono recentissimi (molti riguardano il 2006/07) ma  possono ugualmente dare un idea sulla strada da prendere per il lavoro.

Seasons: applicazione per iPhone

lunedì, aprile 5th, 2010

Seasons è un’applicazione per iPhone che aiuta il consumatore a scegliere, mentre fa la spesa o è al ristorante, i prodotti di stagione e locali. Scegliere prodotti di stagione vuol dire avere cibi freschi, più saporiti e sostenibili. Il consumatore sta diventando sempre più attento ai prodotti che acquista e il prezzo non è più l’unica variabile presa in considerazione; l’atto del fare la spesa diventa grazie a questa applicazione anche un momento educativo, in cui si acquisiscono delle informazioni sulla stagionalità di frutta e ortaggi.

Milano – Voglia di leggere: da 3 a 8 euro la spesa per libri al mese

martedì, marzo 30th, 2010

Da alcuni dati della Camera del Commercio emerge che l’editoria è passata da 2.029 imprese nel 2000 a 2.248 nel 2008 (+10,8%). E leggere va di moda: le spese mensili dei milanesi per i libri passano da 2,8 euro in media a testa a 8,3 euro.

“La cultura – ha dichiarato Carlo Sangalli, presidente della Camera di Commercio di Milano – rappresenta un elemento decisivo per la qualità della vita di una città e di un territorio, ma anche per l’immagine complessiva. Le attività culturali sono importanti come vera e propria “impresa”, per l’occupazione e l’indotto che producono, ma ancor di più sono oggi un fattore decisivo nella competitività. Contribuiscono, cioè, a quel “made in Italy allargato” che mette insieme qualità del prodotto, cultura, storia ed ambiente ed ecco perché diventa sempre più importante puntare sul rafforzamento di questo settore”.

Book a Muslim

martedì, marzo 30th, 2010

Book a Muslim è un tentativo di integrazione e comunicazione tra i danesi e un gruppo di studenti universitari musulmani. Tale servizio permette di prenotare un incontro con un giovane musulmano-danese. Gli incontri hanno luogo o nelle case o nei posto di lavori. L’obiettivo è quello di creare un dialogo tra le due parti. La prenotazione è gratuita e si effettua via internet.

Pack_AGE

mercoledì, marzo 24th, 2010

Il packaging veicola la comunicazione del prodotto, tale comunicazione è essenziale per invogliare l’acquisto e dunque ottimizzare il profitto.

Mai nessuna realtà aziendale orientata al profitto rinuncerebbe dunque al packaging.. Per questo motivo ci troviamo di fronte a packaging che pur arrampicandosi sugli specchi tentano in tutti i modi di allungare la propria vita utile, anche se purtroppo spesso la loro vita è proprio inutile..

Dove far leva dunque per arrivare ad una svolta realmente positiva? Sull’educazione del consumatore.

Altre suggestioni più di carattere packaging design:

Packlab

Packaging design archive

Social responsibility

mercoledì, marzo 24th, 2010

Un pensiero responsabile della comunità dei cittadini è sicuramente una risorsa positiva della città.

Ecco un articolo di educazione alla riflessione sulla responsabilità sociale collettiva.

H2O no profit

mercoledì, marzo 24th, 2010

Questa associazione no profit può essere intesa come promotrice di un servizio alla città di responsabilizzazione sociale sul tema del “progettare e comunicare l’acqua”.

Questa associazione no profit può essere intesa come promotrice di un servizio alla città di responsabilizzazione sociale sul tema del “progettare e comunicare l’acqua”.

E’ stata inaugurata pochi giorni fa una mostra all’acquario civico di Milano delle attività progettuali promosse dall’associazione, patrocinata dall’assessorato comunale e dalla fondazione “Principe Alberto di Monaco”.

In questo LINK si possono sfogliare i progetti, le cui linee guida comuni sono la presa di coscienza dell’importanza della risorsa e i traguardi di uso più coscienzioso nelle società consumistiche e di disponibilità nelle società del terzo mondo.

Cinema all’aperto

domenica, marzo 14th, 2010

Probabilmente molti lo conoscono già, specie chi è di Milano.

Con uno schermo all’aperto, sedie a sdraio come platea e cuffie per la parte sonora (per non disturbare i
residenti), Esterni mostra come manifestazioni e iniziative culturali possono ridisegnare luoghi e spazi,
assegnando nuovi significati per nuovi utilizzi a quello che è lo spazio pubblico, lo spazio di tutti.

Esterni presenta alle Colonne di San Lorenzo, assieme al Comune di Milano – Assessorato allo Sport e Tempo
Libero, una rassegna cinematografica dedicata a quei film italiani che sono entrati, volenti o nolenti, nella storia del cinema, e soprattutto nell’immaginario
collettivo.

Giovani di ieri e di oggi possono recitare a memoria battute o fischiettare il motivo ricorrente di una colonna sonora. E nel farlo, creano un legame
sociale.

Naturalmente i posti sono limitati, ma “l’ingresso” è gratuito su prenotazione.

Strane storie in città

domenica, marzo 14th, 2010

A tutti piace sentir raccontare delle storie. Anche al bancone del bar o alla fermata dell’autobus?

Un narratore improvvisato ferma dei passanti per strada e comincia a raccontare una storia, dove i protagonisti sono proprio le persone che incontra.

Il cantastorie infatti prende ispirazione per i suoi personaggi dai cittadini: da come sono vestiti, cosa hanno in mano, dove stanno andando, e ricostruisce fiabe e racconti di tutti i generi.

Certo, alcuni passanti sono molto dubbiosi di questo narratore e di come li coinvolge nelle sue storie, ma forse perchè nessuno gli ha spiegato cosa sta succedendo, nè prima nè dopo.

E’ un’idea nata dalla collaborazione con IntesaSanPaolo che ha contribuito a far nascere il progetto PerFiducia, che attraverso il cinema si propone di raccontare le piccole realtà positive delle varie città italiane.

Il “blog dell’oca” all’interno di PerFiducia si preoccupa di chiamare a sè più gente possibile e invitarla a mandare le proprie idee e i propri video, testi o foto.

Quella delle storie iprovvisate è solo una delle idee nate per far parlare i cittadini e per diffondere uno spirito ludico e collaborativo tra le persone.

Le lumache invadono Milano

giovedì, marzo 11th, 2010

Giocare con la città

“Perchè delle chiocciole di color fucsia, di grandi dimensioni, a spasso per la città? Perchè abbiamo bisogno di giocare con la città per costruirla idealmente, mentalmente per rompere l’ovvietà del nostro quotidiano urbano e per riscoprire l’esperienza dell’attraversamento urbano, del suo paesaggio. Abbiamo scelto le chiocciole perchè rappresentano con il linguaggio dell’arte contemporanea tre metafore: la prima riguarda l’ascolto per via della “forma” delle chiocciole che ricorda l’orecchio umano; la seconda l’abitare perchè questo simpatico animale si porta con sè la propria casa; il terzo concerna l’attualità tecnologica del segno grafico che rimanda alle comunicazioni in Rete. Infine, il progetto Re-generation di Cracking Art Group racchiude un ulteriore importante valore: le chiocciole sono fatte di plastica riciclabile. E questo vuol dire lasciare una traccia artistica sul territorio metropolitano in favore di un approccio all’ambiente eticamente responsabile”.

Massimiliano Finazzer Flory, Assessore alla Cultura del Comune di Milano

Un esempio di come idee e concetti possono essere comunicati all’interno della città, senza passare inosservati.

Cracking Art Group